Sviluppo sostenibile: il nichel

Il consumo dei metalli, durante la storia, è cresciuto in modo esponenziale. Basta pensare che dalla preistoria all’inizio del 1800 sono stati estratti 4 milioni di tonnellate di rame. Nel 1800 se ne sono estratti 9,5 milioni di tonnellate e nei primi anni ’50 del XX secolo, le tonnellate sono state 60 milioni.

Ritmi esagerati: come porre rimedio

Ovviamente, visti i ritmi serrati di estrazione, è diventato indispensabile pensare a  quanto sarà disposta a darci, ancora, la terra. Tutte le risorse naturali, l’acqua, la materie prime, il legnami minerali, prima o poi si esauriranno ed è proprio in questo contesto che si è sviluppata la filosofia del riciclo. Aziende come www.acquistiamometalli.it hanno messo le loro competenze al servizio del recupero e riciclo dei metalli: alluminio, bronzo, ottone, schede metalliche, acciaio, nichel, tutti materiali che una volta raccolti e accuratamente separati, vengono inviati in fonderia. Smaltire materiale di produzione, ad esempio, non sarà più un costo ma diventerà un guadagno, senza dover impegnare personale proprio per svolgere un lavoro che, diversamente, sarebbe solo un onere.

Il caso del nichel, il quinto elemento

Prendiamo come esempio il nichel, un metallo di cui si conosce pochissimo? Forse giusto le donne ogni tanto sentono citare questo nome, quando nel make-up o nella bigiotteria leggono nichel – free. In realtà è un elemento presente in un miriade di oggetti che fanno parte della nostra vita quotidiana: dall’oggetto più semplice come l’ago da cucito, fino al più complesso come una petroliera.

Tutti i mezzi di trasporto (terra, aria, mare) vedono l’impiego del nichel, così come i beni di largo consumo (strumenti medici, monete, elettrodomestici, pentole, utensili ecc.), produzioni industriali (chimica, produzione energia, alimentare e tessile), settore edilizia (pannelli, sanitari, strutture portanti, cavi). Da queste righe possiamo renderci conto che quello metallo, dai più sconosciuto, vive con noi in ogni ambiente.

Il Nichel, questo sconosciuto

Si tratta di un metallo lucente, dal colore grigio-argenteo,  con una densità di 9kg/dm3 e fonde a 1455 C°. Dopo Ferro, Ossigeno, Silicio e Magnesio, il Nichel è considerato il quinto elemento più abbondante sulla terra, ma purtroppo, la maggior parte, è contenuto nel nucleo terrestre. Se, infatti, la valutazione viene fatta prendendo in considerazione solo la crosta terrestre, il nichel scende al 24° posto con una concentrazione di 80 parti per milione (ppm).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018: Issi | Awesome Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress