Come vengono usati i totem multimediali

Il vasto assortimento di applicazioni a cui possono essere destinati i totem multimediali fa sì che questi dispositivi vengano utilizzati non solo per scopi commerciali, ma anche – per esempio – a livello istituzionale, magari dalle amministrazioni pubbliche che intendono comunicare in tempo reale con i propri cittadini e che trovano in questi strumenti una soluzione efficace per raggiungere lo scopo. Ciò è vero, a maggior ragione, per le località turistiche: sui monitor dei totem possono essere indicate le destinazioni e i siti di maggior interesse, con la segnalazione dei mezzi pubblici, degli hotel nei dintorni, delle farmacie, e così via. 

Più spesso, comunque, si parla di totem pubblicitari digitali, a mettere in evidenza il carattere prettamente commerciale che contraddistingue questi apparecchi. Essi possono essere collocati sia all’aperto che al chiuso, a seconda delle esigenze che si è interessati a soddisfare e del tipo di obiettivo che si vuol raggiungere: in entrambi i casi è possibile sfruttare le potenzialità del digital signage per attirare clienti e per suscitare la loro curiosità, ma anche per fornire loro informazioni in grado di influenzare e di modificare le loro decisioni e i loro comportamenti di acquisto. 

La qualità della risoluzione delle immagini è solo una delle peculiarità a cui è necessario prestare attenzione per essere certi che questi totem si rivelino realmente utili e assecondino i bisogni per cui vengono adoperati. Composti da schermi di grandi dimensioni, che nella maggior parte dei casi sono touchscreen per garantire agli utenti un’esperienza interattiva, assicurano performance di alto livello e possono essere accesi 24 ore su 24, in qualsiasi giorno dell’anno. I contenuti che vengono inseriti e visualizzati variano, ovviamente, in base a ciò che deve essere comunicato, sia dal punto di vista della grafica che sul piano della scelta del formato: si può trattare di meri contenuti testuali o di fotografie, ma anche di veri e propri filmati.

Ecco, quindi, che grazie ai totem multimediali si ha a che fare con portali informativi e interattivi al tempo stesso, che possono essere integrati con i player del digital signage e si possono basare su monitor più o meno grandi, da 20 a 90 pollici. Per gestire e modificare i contenuti non c’è nemmeno bisogno di essere presenti sul posto, poiché grazie a Internet tutto avviene da remoto: e volendo gli stessi contenuti possono anche essere programmati in anticipo.

In un ristorante un totem di questo tipo potrebbe essere sfruttato per fornire ai clienti le informazioni sugli allergeni dei piatti, mentre in una scuola potrebbe servire per le comunicazioni di servizio o per verificare gli orari di ricevimento dei professori. Ancora, in un negozio d’abbigliamento vi si potrebbe ricorrere per illustrare i prezzi dei prodotti o la loro collocazione sugli scaffali. 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018: Issi | Awesome Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress