Il pallone da calcio che produce energia

Negli ultimi anni tutti gli sport, calcio compreso, hanno indirizzato le loro attenzioni anche al mondo dell’energia e delle rinnovabili. Sono tanti gli esempi che nell’ultimo decennio riempiono gli spazi delle news per portare le notizie green di squadre o giocatori che si danno alla sensibilizzazione sul tema, a giornate ecologiche organizzate da federazioni nazionali e club, a stadi che nei lavori di riammodernamento si affidano a led per l’illuminazione in nome del risparmio energetico, sino a personale addetto alla raccolta riciclata nei post, incentivi di passare on-line per i giochi come su www.infobookmakers.it/sportyes-2. Per rendere più green i campi da calco non mancano certo le idee e tra quest’ultime il pallone da calcio che produce energia. Vediamo insieme come funzionerebbe.

L’energia cinetica trasformata in elettricità

Un passo brevissimo, prima concept, poi prototipo, il pallone da calcio che produce energia ha riscosso un grande interesse. Si chiama Soccket ed è un pallone in grado di catturare e accumulare l’energia cinetica prodotta durante il gioco per poi trasformala in elettricità sufficiente a tenere accesa una lampadina per un’autonomia di oltre tre ore.

Soccket, il progetto

Il progetto risale al 2010, quando un team di ex-studenti di Harvard ha deciso di realizzare un prodotto in grado di migliorare il consumo energetico e le condizioni di vita di chi non ha accesso alla rete elettrica. In 3 anni il gruppo ha fondato una no profit Uncharted Play per depositare il brevetto  e ha avviato una campagna di ricerca fondi, tramite il sito ”Kickstarter”, con l’obiettivo di portare il prototipo sul mercato nel più breve tempo possibile.

Soccket, la realizzazione

Soccket il pallone cinetico, prende il nome  dalla crasi delle parole americane “soccer”,  calcio, e “socket”, presa di corrente, ed è realizzato in EVA, etilene-vinil acetato, che si tratta di una schiuam water-proof, morbida e resistente a prova di foratura e che non ha bisogno di essere riempito d’aria. All’interno di Soccket un pendolo minuscolo permette la trasformazioni dell’energia cinetica in elettricità che successivamente viene immagazzinata in una batteria così da poter essere utilizzata in un ambiente off-grid, autosufficiente. Con soli 30 minuti di gioco, Soccket riesce a tenere accesa una lampada LED per tre ore e tramite una porta Usb permette di ricaricare anche dispositivi come i telefoni cellulari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018: Issi | Awesome Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress