Prima infanzia: perché utilizzare degli alimenti specifici?

La cura che richiede un bambino

Un bambino piccolo, si sa, necessita di molte attenzioni. Una mamma di solito cerca di fare del suo meglio per essere attenta a tutto ciò che potrebbe compromettere la sua salute, soprattutto nelle prime fasi di vita del neonato, ma anche nei mesi successivi. Un aspetto che richiede una particolare attenzione è l’alimentazione. Questa particolare cura va prestata per i primi anni di vita.

Ma quali sono le motivazioni che dovrebbero spingere un genitore a fornire un tipo di alimentazione specifica e selezionata? Scopriamole assieme.

Perché ricorrere ad alimenti specifici per la prima infanzia

Una prima motivazione che dovrebbe spingere un genitore ad utilizzare alimenti specifici per la prima infanzia è che i bambini piccoli non hanno ancora sviluppato appieno il potenziale del loro sistema immunitario, risultando maggiormente soggetti alle infezioni. Se un alimento contaminato può avere effetti anche gravi su un adulto, immaginiamo quello che potrebbe scatenare in un bimbo piccolo. Gli alimenti della prima infanzia vengono controllati sotto tutti i punti di vista e permettono di evitare ogni pericolo di sorta.

Tra gli ingredienti degli alimenti normalmente utilizzati per gli adulti troviamo degli additivi che sono vietati in quelli per la prima infanzia per gli effetti che potrebbero suscitare. Essi sono infatti ancora più sensibili a qualsiasi sostanza nociva per le persone in generale, trovandosi nel pieno della loro fase di crescita. Hipp è una delle aziende leader nel settore della produzione di prodotti per l’infanzia biologici e potremo trovare diversi siti che si occupano della vendita prodotti hipp.

Parliamo un attimo del fabbisogno di nutrienti dei bambini. Rispetto agli adulti, questi hanno delle necessità 3 o 4 volte più alte di alcuni nutrienti come il ferro o il calcio, essendo il loro corpo nella piena fase di sviluppo. Gli alimenti specifici tengono conto di questo fabbisogno rivelandosi dei concentrati di elementi nutritivi proporzionali all’età del nostro bambino.

Durante la tenera età, essi non sanno masticare bene i cibi e pertanto sarà necessario fornire loro degli alimenti che abbiano una consistenza ed una pezzatura adatta alla loro età. In questo modo sarà facilitato il processo di assorbimento nutritivo.

Pensare di poter dare ad un bambino del cibo che daremmo normalmente ad un adulto sarebbe inoltre controproducente visto che questi contengono una percentuale di sale e di zucchero troppo elevata per loro, fattori che potrebbero causare problemi di obesità o carie, o di altro genere.

Menzioniamo inoltre quanto sia difficile a volte far mangiare ad un bambino qualcosa che proprio non gli piace. Sappiamo anche come gli alimenti che hanno un cattivo gusto sono proprio quelli contenenti le sostanze più importanti per una crescita ed uno sviluppo corretto. Ancora una volta gli alimenti per l’infanzia ci possono venire in aiuto perché stimolano la voglia di mangiare grazie al loro confezionamento, alla loro forma, al colore, etc.

Naturalmente sarà sempre essenziale farsi seguire da un pediatra che potrà seguire la sua crescita ed evidenziare eventuali carenze per correre ai ripari quanto prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *