ISSI News Che cosa sono i Bitcoin e quando sono nati?

Che cosa sono i Bitcoin e quando sono nati?

I bitcoin sono un tipo di denaro elettronico (criptovaluta) indipendente dalle banche tradizionali.

Sono distribuiti attraverso un processo chiamato “mining”, che implica l’uso della potenza del computer per risolvere complicati problemi matematici che generano bitcoin.

Gli utenti possono anche acquistare bitcoin con denaro reale.

I bitcoin possono essere conservati in due tipi di portafogli digitali, uno collegato a internet e l’altro no.

I portafogli sono anonimi e criptati, anche se i proprietari possono scegliere di dare informazioni su se stessi.

Le transazioni avvengono tra indirizzi unici, che sono stringhe di 30 o più caratteri; i proprietari possono averne quanti ne vogliono.

Le transazioni sono visibili a tutti gli utenti e hanno bisogno di circa 10 minuti per essere processate dal sistema.

Sono protette dalla manomissione, anche nel caso che gli utenti possano essere indvogliati a farne dei duplicati.

Le transazioni Bitcoin non possono essere annullate una volta completate, quindi i commercianti non hanno alcun ricorso se un utente richiede un chargeback.

Il Bitcoin è stato introdotto nel 2009 dallo sviluppatore con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto.

La sua invenzione, ha conquistato subito il favore di alcune aziende perché non c’è un tasso di cambio per le transazioni e non ci sono commissioni per le carte di credito.

Tuttavia, ci sono rischi sia per i consumatori che per i commercianti che utilizzano questa moneta virtuale, come la possibilità di fondi rubati a causa di hacker oppure un pagamento irreversibile fatto per errore da un utente.

Come è stabilito il valore dei Bitcoin?

Il prezzo di un Bitcoin è determinato dalla domanda e dall’offerta. Quando la domanda di bitcoin aumenta, il prezzo aumenta, e quando la domanda scende, il prezzo scende.

C’è solo un numero limitato di bitcoin in circolazione e nuovi bitcoin vengono creati ad un tasso prevedibile e decrescente, il che significa che la domanda deve seguire questo livello di inflazione per mantenere il prezzo stabile.

Poiché il Bitcoin è ancora un mercato relativamente piccolo rispetto a quello che potrebbe essere, non ci vogliono quantità significative di denaro per spostare il prezzo di mercato verso l’alto o verso il basso, quindi il prezzo di un Bitcoin è ancora molto volatile.

Le aziende accettano i Bitcoin?

I Bitcoin possono essere usati per acquistare beni e servizi in modo anonimo. Inoltre, i pagamenti internazionali sono facili ed economici perché i Bitcoin non sono legati a nessun paese o soggetti a regolamentazione.

Il Bitcoin è accettato da un numero crescente di rivenditori, che vanno dalle piccole imprese ai commercianti di beni di lusso.

Alcune aziende importanti, tra cui Overstock, TigerDirect ed il famoso sito di scommesse Criptobet (qui puoi trovare la recensione delle scommesse cripto su Rabona scommesse) accettano il Bitcoin come pagamento per gli acquisti online.

Quanto vale oggi un Bitcoin

Il prezzo attuale del Bitcoin varia da 8.500 a 9.000 dollari. Con il dimezzamento delle ricompense di blocco di Bitcoin nel maggio 2020, il prezzo medio stimato di Bitcoin nel 2022 dovrebbe essere di 43.957 dollari.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Related Post