Sigaretta elettronica Wismec R80: qualità e recensione

La sigaretta elettronica Wismec R80 è in concorrenza diretta con il pod mod VooPoo Vinci X, in quanto ospita una singola batteria 18650 ed ha una capacità di wattaggio superiore al suo concorrente, con ben 80w da godersi appieno.

Ma ha anche alcune caratteristiche peculiari:

  • il connettore USB Type-C è al passo con i tempi
  • è incluso un adattatore 510 in modo da poter utilizzare i propri serbatoi sub ohm e RDA.

Specifiche e caratteristiche del Pod Mod Wismec R80

La Wismec R80 ha tutte le caratteristiche che ci si aspetta da una sigaretta elettronica di questo livello, come un display a colori da 0.96 pollici e 2 bobine all’interno della confezione. Inoltre il pod può contenere 4ml di liquido per sigaretta elettronica.

All’interno della confezione troviamo:

  • 1 dispositivo Wismec R80
  • 1 Pod da 4 ml
  • 1 Mesh Coil WV-M da 0,3 ohm
  • 1 Coil WV01 da 0,8 ohm
  • 1 Adattatore 510
  • 1 cavo USB-C
  • 1 Manuale

Altre caratteristiche:

  • Dimensione: 116.2×32×31.5
  • Batteria: singola 18650
  • Materiale: corpo in lega di zinco e pod in PCTG
  • Capacità liquido: 4ml (Versione TPD 2.0ml)
  • Potenza di uscita: 80w
  • Resistenza adatta: da 0.1Ω a 3Ω
  • Flusso d’aria: regolabile tramite la base della bobina.
  • Ricarica: carica massima 2A tramite USB-C
  • Colori disponibili: Classic Legend | Meteor Shower | Northern Lights | Ocean Star | Quantum World

L’R80 viene fornito con un pod/tank da 4ml di colore molto scuro che ha un bocchino abbastanza grande, certamente più grande di quello del VooPoo Vinci X o del GeekVape Aegis Boost. Per questo l’R80 sembra essere più un dispositivo adatto al tiro di polmone che di guancia .

Design e qualità costruttiva

L’R80 ha uno strano stile a forma di cilindro triangolare. Essendo triangolare, due lati sono caratterizzati da un colore o un motivo specifico, mentre il terzo lato è occupato dal pulsante di accensione, dal display a colori e dai pulsanti di regolazione.

Ogni lato ha 5 fori per il flusso d’aria abbastanza grandi e posti vicino alla parte superiore del dispositivo. Tuttavia, non riusciamo a trovare informazioni sul materiale con il quale è prodotto, quindi presumiamo che sia realizzato con una lega di zinco.

La versione gun-metal ha una finitura estremamente lucida che è davvero bella, però si vedono tantissimo le impronte digitali lasciate maneggiando il dispositivo.

Alla base del dispositivo c’è il vano batteria che si avvita e la porta USB-C.

Il pod è installato nella parte superiore del dispositivo: con un pod installato e il coperchio agganciato sulla parte superiore, il sistema appare pesante, tuttavia la qualità costruttiva nel complesso è davvero di alto livello, oseremmo dire di livello premium.

La base del pod contiene 3 magneti massicci e le bobine push-fitche si installano perfettamente e facilmente. Il flusso d’aria è diretto, grazie all’anello di regolazione sulla base di ogni bobina: per questa soluzione diamo il massimo dei voti.

Annidato all’interno della base del pod c’è anche il sigillo di silicone per riempire il pod stesso, davvero ben nascosto ma ci vuole un attimo per trovarlo.

Come si sente in mano il pod mod Wismec R80

La forma triangolare si adatta perfettamente alla mano e ha anche un peso contenuto.

Questo pod ha dimensioni molto simili a quelle di una boccetta di liquido da 60ml.

Si sente che è ben costruita e i comandi sono comodi da raggiungere con il dito.

Ha un bel bordo piatto con ‘Wismec’ inciso nel pannello, questo significa che il pollice preme contro una superficie piatta, e non contro un angolo.

Come riempire il Wismec R80?

Per riempire il pod con il liquido per sigaretta elettronica è necessario innanzitutto rimuoverlo dalla sua posizione, quindi:

  1. individuare la guarnizione in silicone e staccarla delicatamente;
  2. riempire con attenzione con il liquido preferito;
  3. pulire qualsiasi fuoriuscita che rimane sui magneti e sui terminali di connessione, una volta che il pod è reinserito;
  4. rimontare la guarnizione in silicone;
  5. rimettere il serbatoio nel dispositivo e lasciare riposare.

Prima dell’utilizzo suggeriamo vivamente di aspettare 10 minuti per consentire alle bobine di impregnarsi completamente di liquido.

Funzioni del display del Wismec R80

Lo schermo a colori da 0.96 pollici è abbastanza luminoso e molto ben disposto.

Per quanto riguarda le impostazioni, non c’è molto da dire in quanto questo è un dispositivo di solo wattaggio.

Tuttavia ci sono alcune sequenze da eseguire sui tasti che è bene tenere a mente:

  • 5 clic per spegnere.
  • 3 clic per cambiare il colore del display scegliendo fra blu, rosso e giallo.
  • Tenere premuto il pulsante On e il pulsante sinistro per azzerare il contatore di svapate.
  • Tenere premuto i pulsanti sinistro e destro per bloccare il wattaggio.
  • Quando il dispositivo è spento, tenere premuti i pulsanti sinistro e destro per capovolgere lo schermo.

Come si comporta la Wismec R80?

Durante i test abbiamo svapato un liquido con rapporto 70/30 VG-PG per la Mesh Coil da 0.3 ohm, e un liquido con rapporto VG-PG 50/50 per la coil da 0.8 ohm.

  • Test con la coil da 0.3Ω: abbiamo fatto il test con 30 watt e il controllo del flusso d’aria aperto a metà.Con questa impostazione la Wismec R80 ha fornito un’esperienza soddisfacente, tuttavia era un po’ carente sul lato del sapore. Abbiamo portato allora il wattaggio a 40 w, con il flusso d’aria tutto aperto e la svapata è stata leggermente migliore. Niente di rivoluzionario o impressionante, però la produzione di vapore è eccellente. Il sapore e l’esperienza di svapo generata dalla bobina da 0.3Ω sono nel complesso buone.
  • Test con la coil da 0.8Ω: abbiamo supposto che la coil da 0.8Ω, con la raccomandazione di utilizzarla con un wattaggio basso e la tradizionale coil a filo tondo, fosse pensata per il tiro di guancia. Così abbiamo passato quasi due giorni a svapare utilizzando la coil da 0,8Ω con il setup da tiro di guancia e il flusso d’aria quasi completamente chiuso. Però il sapore è stato estremamente deludente, indipendentemente da come abbiamo impostato il wattaggio. Allora abbiamo fatto qualche prova, portando il wattaggio al massimo raccomandato di 20w e utilizzando un liquido con rapporto VG-PG 70/30. L’R80 ha preso vita!

Naturalmente, anche se l’anello di controllo del flusso d’aria delle bobine ha un foro molto più piccolo, tuttavia la resa del sapore è stata eccellente.

Anche la produzione di vapore sulla bobina da 0,8Ω è ottima, non è una nuvola che spacca, ma certamente è più che accettabile.

L’intera esperienza di svapo, quando si usa la bobina da 0,8Ω come una bobina per tiro di polmone, è buona.

Entrambe le bobine si rodano molto velocemente, infatti non c’è davvero un netto cambiamento fra il sapore del primo e quello del 50° tiro. Tuttavia, la bobina da 0.3Ω ha evidenziato seri segni di bruciatura già dal primo giorno, ma è riuscita comunque a tirare avanti ancora per 5 giorni prima che si iniziasse a sentire un accenno di sapore di bruciato.

Flusso d’aria del Wismec R80

Il massimo dei voti alla Wismec per aver reso il flusso d’aria dell’R80 completamente regolabile, permettendo al dispositivo di adattarsi in modo da trovare la migliore regolazione per ciascuno di noi. È nascosto sotto la capsula, quindi una volta impostato è improbabile che venga di nuovo regolato fino a quando non si deve sostituire il pod.

Indipendentemente dalla bobina utilizzata, il flusso d’aria è regolare e pulito. C’è solo una minima turbolenza con la bobina più piccola da 0,8Ω quando la si usa per il tiro di polmone e il flusso d’aria tutto aperto.

Durata della batteria

La durata della batteria dipende sempre dall’uso e dalla resistenza delle bobine.

In ogni caso, sia con bobina da 0.3Ω che da 0.8Ω al wattaggio massimo raccomandato, potrete contare su un giorno almeno di durata della batteria 18650.

Questo è il bello dei dispositivi pod-mod più grandi, una più lunga durata della batteria.

Ovviamente, se decidete di montare un tank o RDA sulla parte superiore utilizzando l’adattatore 510 e un wattaggio più alto, aspettatevi che la batteria si esaurisca molto più velocemente.

Gli adattatori 510 sono una grande soluzione nel mondo ‘pod-mod’ in quanto consentono all’utente di montare praticamente qualsiasi serbatoio o RDA.

Con la potenza massima di 80w, l’adattatore offre più versatilità all’R80, tuttavia ha i suoi difetti: anche se l’adattatore 510 scatta nel dispositivo, grazie ai forti magneti, quando lo si toglie viene via anche l’intero RDA! Un difetto secondario, ma fastidioso.

L’altra osservazione è che in tutta onestà 80 watt sono troppi per una singola batteria 18650. L’impressione che abbiamo avuto è che, in realtà, il dispositivo non raggiunga gli 80 watt dichiarati. Infatti, a 80 watt si comporta più come un dispositivo regolato a 50 watt.

I pro della Wismec R80:

  • molto ben costruita
  • design accattivante
  • schermo chiaro e luminoso
  • grande sapore con la bobina da 0.8Ω

I contro della Wismec R80:

  • il tank è molto scuro e rende difficile vedere il livello del liquido
  • il sapore non è dei migliori con la Mesh Coil da 0.3 ohm
  • sulla scocca rimangono troppe impronte digitali
  • non è un vero dispositivo da 80w
  • riempire il pod dalla base lascia facilmente umidità sui contatti
  • il bocchino del pod è un po’ grande per uno svapo a tiro di guancia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *