Arriva l’estate e il giardino torna ad essere l’anima della casa: le ultime tendenze

Con la bella stagione, arriva il momento di ridare nuova linfa al proprio giardino. Coloro che hanno la fortuna di poter godere di un simile spazio, sanno che per tutta la durata della primavera e dell’estate questo ambiente diventa il cuore della casa, dove non solo potersi concedere un momento di intimità o relax con la propria famiglia, ma anche organizzare feste e incontri, oltre al prestigio che un giardino ben curato è in grado di offrire.

Dopo i canonici lavori di manutenzione e pulizia, obbligatori dopo il periodo invernale, la scelta dell’allestimento esterno del giardino diventa indispensabile: decidere come o dove posizionare l’arredamento e gli strumenti permetterà di dare un volto alla vostra casa e il risultato finale rappresenterà il vostro modo di esprimervi e i vostri gusti.
Organizzare il giardino richiede un minimo di attenzione logistica ed estetica e il pericolo di accostamento di diversi stili è dietro l’angolo.
Di seguito troverete alcuni consigli su come rendere il vostro giardino un salotto accogliente e chic che lascerà tutti a bocca aperta.

Arredare il giardino: quanto spazio a disposizione?

La prima cosa da fare è osservare bene l’ambiente esterno per carpirne punti di forza e debolezze: ci sono alberi da poter sfruttare per zone d’ombra? Spiazzi per montare gazebo o ombrelloni pieghevoli? È presente un sistema di irrigazione o una fontana? Ci sono prese elettriche esterne?
È inutile cercare di installare una piscina o posizionarne una fuori terra se l’area è ristretta: rischierete di sacrificare solo spazio che potreste adibire ad altro come un salotto esterno. Al contrario, riempire ogni angolo a tutti i costi con panche, sedie, ombrelloni, giochi per bambini, piante ornamentali, trasformerà il vostro giardino in un’intricata giungla. Anche l’occhio vuole la sua parte ma non bisogna mai strafare.
Cercate di mantenere armonia tra una zona più aperta e un’altra più circoscritta dove poter sostare.

Scegliere una piscina da giardino

Alcuni potrebbero avere lo spazio sufficiente per installare una piscina. I tipi più comuni sono:

  • Piscina interrata: è quella che sognano tutti ma è anche il modello che richiede più attenzione per la manutenzione, nonché i costi iniziali per la costruzione, muratura e rivestimento della vasca e le autorizzazioni necessarie. Generalmente si procede con lo scavo tramite ruspa e perciò è consigliata a chi non ha ancora un giardino curato in cui ci sono ancora molti lavori da fare, onde evitare che il passaggio del mezzo rovini ciò che fino ad allora avete creato.
  • Piscina fuori terra: è la soluzione ideale per chi non vuole rovinare il proprio giardino o ha poco spazio per avviare dei lavori di scavo. Si tratta di modelli prefabbricati e pronti per l’uso che necessitano solo di piccole accortezze come la rimozione di piccoli detriti che potrebbero bucare la vasca (rametti e pietre) e la posatura di un telo per evitare il contatto diretto col terreno. Alcune piscine sono gonfiabili ma possono raggiungere dimensioni ragguardevoli e, se l’aspetto estetico esterno proprio non vi piace, potete realizzare voi stessi il bordo perimetrale oppure trovare sul mercato una versione che ne includa uno esteticamente gradevole che si sposi con l’insieme del vostro giardino. Le piscine d’appoggio non necessitano di autorizzazioni tanto meno di manutenzione minuziosa o di essere smontate, degli incredibili vantaggi per chi non vuole proprio rinunciare ad un tuffo refrigerante nella stagione estiva. Scopri le piscine fuori terra in offerta su esconti.it, anche gonfiabili.

Arredo da giardino: gazebo, pergolati e zone d’ombra

Nel giardino ideale trova sicuramente spazio un’area in cui poter sostare senza rimanere per ore sotto i raggi del sole. Ci sono diversi modi per poter ottenere questa soluzione:

  • Gazebo removibili: sono certamente adatti come soluzione temporanea o per chi magari ha un’abitazione con giardino ma non ne è il proprietario. Presentano delle strutture facili da montare e in grado di essere fissate con poco sforzo. Possono essere di varie metrature e coperti solo in alto o anche sui lati ma sono sconsigliati in zone ventose: essendo di costituzione leggera, sono facilmente soggetti a spostamenti o rovinose cadute.
  • Maxi ombrelloni: sono la scelta giusta se possedete già un salotto da giardino e avete semplicemente l’esigenza di creare ombra. Pesanti e un po’ ostici da installare, sono però utili perché possono essere aperti o richiusi all’occorrenza. Gli ultimi modelli sul mercato possiedono anche un trattamento impermeabilizzante sui tessuti e piccoli motori in grado di aprire e chiudere automaticamente l’armatura attraverso dei telecomandi.
  • Gazebo a struttura fissa: si tratta di un espediente validissimo se abbiamo bisogno di qualcosa che sia fissato al terreno ma facilmente removibile; questa tipologia di gazebo, infatti, viene sì ancorata al terreno, ma attraverso sistemi di fissaggio che ne garantiscono la rimozione in poco tempo. Sono certamente indicati per coloro che vogliono poter cenare fuori in compagnia e garantiscono una buona copertura. Attenzione però a scegliere dei gazebo con coperture laterali che possono essere aperte o l’effetto serra nei mesi estivi sarà inevitabile.
  • Pergolati: sono delle installazioni fisse, solitamente in legno, che garantiscono al vostro giardino un look moderno e romantico allo stesso tempo. Resistenti e robusti, i pergolati richiedono pochissima manutenzione e possono essere dotati di teli di copertura in tessuto per garantire allo stesso tempo frescura e traspirabilità. Certamente più impegnativi sia per il costo che per l’installazione, sono però l’ideale per chi possiede grandi giardini o spazi liberi importanti.
  • Tettoie: richiedono un’installazione più indaginosa poiché vanno fissate ai muri dell’abitazione ma creano un piacevole prolungamento che vi permetterebbe di utilizzare quella zona spostando le cose dall’interno con grande facilità.

Capitolo a parte meritano gli arredi: le ultime tendenze vedono un ritorno del rattan e in generale di materiali ecocompatibili come il legno e lino per i tessuti. Grande ritorno anche dello stile shabby chic, che predilige colori chiari ed effetto invecchiato trasportandovi subito in un’epoca lontana dal caos moderno e piena di eleganza e serenità. Vetro e cristalli invece fanno da padroni nei rivestimenti dei tavoli da giardino, garantendone stabilità e protezione dai danni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *