Trasferirsi a Bergamo, guida per chi decide di trasferirsi

Bergamo, con il suo centro storico medievale e i quartieri pieni di vita rappresenta una valida alternativa a Milano per chi decide di trasferirsi al nord, in Lombardia. Questa regione, piena di risorse, cultura e storia ospita ogni anno migliaia di studenti e lavoratori, viene infine scelta per vivere grazie alle mille opportunità professionali, sociali e culturali che offre. Quali sono i quartieri bergamaschi migliori per scegliere casa e iniziare una propria vita? Quali sono i principali monumenti del centro storico? Ed infine, quali sono i passaggi fondamentali da fare per iniziare una nuova vita dentro una nuova casa a Bergamo? Lo vediamo in questo approfondimento dedicato a questa città del Nord.

Il centro storico e i monumenti principali

Prima di trasferirsi in una nuova città è importante conoscere dove si va a vivere e Bergamo ha davverto tanti monumenti e punti caratteristici da scoprire. La zona più antica delle città viene chiamata la Città Alta, circondata da mura antiche e attraversata da una famosa funicolare ospita due piazze importanti, numerosi vicoletti, i palazzi storici e le chiese antiche come la Basilica Romanica di Santa Maria Maggiore con la Cappella Colleoni.

La Piazza Vecchia posta nel punto più elevato della città è ancora oggi luogo di incontro principale dei cittadini, delle comitive di studenti e ragazzi, dei turisti che visitano e scoprono la storia della città. Nella Piazza Vecchia si svolgevano le principali attività civili, politiche e cittadine. Il Palazzo della Ragione divide la Piazza Vecchia dalla Piazza del Duomo quasi a simboleggiare una divisione netta con un equilibrio ben preciso fra fede e politica, potere cittadino e potere religioso. Gli altri palazzi storici interessanti sono la Biblioteca Angelo Mei  con oltre 600 libri antichi e moderni, il Palazzo del Podestà che ospita il Campanone (torre civica) e il museo della città.

Piazza del Duomo in passato si chiamava Piazza San Vincenzo, gli scavi del ventesimo secolo hanno riportato la presenza di importanti rimanenze dell’antica Roma, addirittura i resti di domus romane visibili nel palazzo storico che ospitava il Mercato del Pesce. Le costruzioni religiosi presenti sono: la Cattedrale di Sant’Alessandro, la Basilica di Santa Maria Maggiore, la Cappella colleoni, il Tempietto di Santa Croce raggiungibile dall’Aula della Curia Vescovile, il Battistero.

I quartieri dove prendere casa

I confini di Bergamo sono cambiati negli ultimi anni perché l’amministrazione ha introdotto diverse novità, i quartieri sono 25, prima erano raggruppati in tre circoscrizioni, la Città Alta descritta prima è solo uno di questi quartieri. Il centro storico con le vie limitrofi è la zona più gettonata per la richiesta delle case perché è frequentata da molti turisti tutto l’anno, da studenti e lavoratori pendolari, è piena di negozi, ristoranti e attrazioni, compresa la storica funivia. Altri quartiere residenziali ricercati sono Boccaleone e Malpensata che hanno costruzioni moderne e sono ben collegate all’Aereoporto e alla Nuova Fiera di Bergamo.

 

Vivere a Bergamo, guida al trasferimento

Trasferirsi in una nuova città richiede diversi passaggi, burocratici e logistici. Partiamo dalla richiesta di nuova residenza, il sito ufficiale del Comune di Bergamo è collegato al sito della Regione Lombardia, all’Agenzia delle Entrate e all’Inps. Parte dei documenti e alcune pratiche possono essere effettuate online come spiegato dalla guida “Cambiare Residenza” presente nel sito del Comune. In genere, il cambio di residenza e domicilio si effettua dopo l’acquisto della casa e l’effettivo trasferimento che richiede purtroppo tempo e una buona rete di servizi che aiutano nel trasloco, per quest’ultimo punto vi consigliamo di approfondire con il seguente link: Bergamo Trasporti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *